Patrimonio in Scena 2021: dietro le quinte del paesaggio storico di Mondavio

Proseguono i lavori per l’edizione 2021 di Patrimonio in Scena: dopo un periodo di co-progettazione tra i rappresentanti dei 5 paesaggi culturali e i Consorziati ideatori degli interventi performativi selezionati, hanno ora luogo le riprese dei singoli progetti, le quali daranno vita a 5 documentari video per la promozione dei territori.

A inizio settembre si sono svolte le registrazioni di Mondavio: l’illusione del tempo, l’eternità della bellezza, l’intervento artistico di Centripeta per il paesaggio storico di Mondavio. Il progetto mira a valorizzare la bellezza del paesaggio attraverso l’utilizzo delle competenze di scrittura, attoriali e audiovisive di Centripeta, enfatizzando il caratteristico attaccamento della comunità mondaviese all’architettura, alla storia e alla vita del borgo. Tali elementi verranno racchiusi in un unico video-documentario, raccontato attraverso gli occhi e la voce di un importante personaggio, che miri a stimolare il desiderio di conoscere ed esplorare Mondavio.

In questa fase così cruciale alla riuscita del progetto, abbiamo dato la parola ai soggetti direttamente coinvolti, raccogliendo le loro visioni e i loro obiettivi in una breve intervista, riportata qui di seguito.

 

Marianna Bianchetti – Centripeta

 

  • Come nasce l’idea del progettoMondavio: l’illusione del tempo, l’eternità della bellezza”?

L’idea del progetto presentato da Centripeta nasce dalla corrispondenza tra alcuni nostri spunti di ricerca con gli obiettivi presentati dalla ProLoco di Mondavio. Mondavio è un esempio di come la comunità riesca a mantenere un legame col proprio passato attraverso la “rievocazione” di momenti storici importanti e attività ludiche tradizionali realizzate proprio nelle architetture che determinarono l’attuarsi di quei riti. Riti, racconti e competenze che si tramandano tra generazioni con orgoglio.

Questo elemento ha attratto molto la nostra attenzione: la bellezza e la forza di un patrimonio storico e umano che ha attraversato tante epoche e tante vite fino ad arrivare a noi. La comunità è “custode” del territorio e della sua storia e, ora come allora, abita per un giorno quei luoghi come se fossimo indietro nel tempo. Questa celebrazione restituisce a chi vi partecipa un senso di appartenenza che nutre la comunità nella sua contemporaneità. È un antidoto molto potente all’isolamento, al disperdersi delle relazioni umane, entrambi fenomeni molto comuni nella nostra epoca, con e senza pandemia.
 
  • Quale vuole essere il suo risultato/impatto nell’ambito di Patrimonio in Scena?

Realizzeremo un racconto audiovisivo che utilizza un linguaggio fresco e contemporaneo e che possa restituire la bellezza e la storia del paesaggio storico di Mondavio (in italiano e in inglese) e raccontare la storia del luogo con la voce e il corpo dell’attore, e, infine stiamo creando una relazione concreta con la ProLoco di Mondavio al fine di instaurare una collaborazione che possa durare nel tempo.
L’aspetto innovativo di questo progetto è che, invece di pensare al surrogato di uno spettacolo dal vivo che quando è stato lanciato il progetto erano impossibile da realizzare o comunque troppo precari anche solo da immaginare, ci siamo concentrati direttamente sulla realizzazione di un prodotto audiovisivo che risponda alle esigenze dell’istituto culturale scelto e che contenga però la nostra cifra artistica e stilistica.

Questo è un aspetto importante che ci ricorda che le arti del teatro possono essere utilizzate anche per parlare altri linguaggi, vecchi e nuovi.

Patrimonio in Scena è un’occasione meravigliosa per cimentarsi nel raccontare il territorio marchigiano a modo nostro e a servizio di chi si occupa a livello nazionale e internazionale della promozione del patrimonio storico e del turismo nella nostra Regione. Speriamo che questo lavoro possa fungere da catalizzatore dell’attenzione e della curiosità del pubblico e che stimoli il desiderio di venire a conoscere e esplorare Mondavio.

 

Sylvie Campolucci – Pro Loco Mondavio
 
  • Quali caratteristiche del paesaggio e valori della comunità di Mondavio vorreste risaltare tramite Patrimonio in Scena?
Tramite Patrimonio in Scena vorremmo “mettere in scena” la vera essenza di Mondavio che non è solo il suo paesaggio e le architetture ma la loro fusione armonica , tutto si realizza intorno alla fortezza che fa da padrona sia nel contesto urbano ma anche sull’intero territorio e paesaggio .
Questa unione si rispecchia nella vita di ogni singolo abitante che con orgoglio e dedizione la celebra attraverso la rievocazione storica 
Generazioni di persone intrecciano il loro presente con il passato tramandando l’arte della guerra della musica del cibo della danza per trasformare Mondavio tutti gli anni in un vero teatro a cielo aperto che da oltre sessant’anni ospita tantissimi visitatori nella splendida cornice della Rocca e mostra  la propria storia con passione e dedizione.
 
  • Perché avete scelto il progetto “Mondavio: l’illusione del tempo, l’eternità della bellezza”?
Abbiamo scelto il progetto di Centripeta perché e stata la proposta che ha capito cosa Mondavio voleva fare emergere da questo video ,ha messo in risalto come ancora la storia dei Della Rovere sia così viva all’interno del borgo ,come è stato amato da sempre il loro operato e ancora celebrato a distanza di 500 anni .
Un progetto studiato a posta per noi che ha richiesto una collaborazione con il luogo e i suoi abitanti molto attento a catturare le emozioni e curato nel rispetto dei valori del borgo delle sue architetture e del fascino dell’intero paesaggio.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close